Il bambù: materiale dalle mille potenzialità

Diffuso prevalentemente in Asia, il bambù ha iniziato ad essere impiegato anche in Europa, sia come coltivazione, che come materiale per l’architettura ed il design.

Il bambù è una pianta sempreverde che cresce moltissimo in altezza e che è largamente utilizzata soprattutto in oriente. Negli ultimi anni se ne sta diffondendo l’uso anche in Europa: inizialmente apprezzato per le sue qualità estetiche, ora se ne stanno “scoprendo” molteplici applicazioni.

Ecologico

Rispetto alle coltivazioni “tradizionali” europee di legname, che si basano sulla coltivazione di alberi (per es. faggio, pino, noce…), il bambù è ecologico. La velocità di crescita rispetto ad un albero è estremamente ridotta (3-5 anni rispetto ai 25 del faggio, per esempio). Inoltre anche lo spazio occupato da ogni pianta di bambù è molto ridotto rispetto a quello di cui necessiterebbe un albero per crescere, seppur cresca moltissimo in altezza (accumulando CO2 nella propria biomassa). Quindi, riassumendo:

  • per avere una pianta matura ci vuole meno tempo;
  • con lo stesso spazio a disposizione se ne può produrre una quantità maggiore;
  • è un aiuto per ridurre la quantità di carbonio nell’aria e migliorarne la qualità (attenzione, per questo motivo è anche un tipo di legname che non è assolutamente adatto ad essere usato come biomassa da ardere, perché produrrebbe troppa cenere!).

Resistente

Il bambù ha delle ottime caratteristiche tecniche, fisiche e meccaniche. Dispone infatti di una durezza eccellente (superiore a molti altri legni) e anche resistenza ai graffi e alla deformazione. Il bambù è circa il 30% più duro della quercia e più stabile dal punto di vista dimensionale rispetto, ad esempio, al faggio e all’acero. Le tavole di bambù sono resistenti agli spruzzi, allo sporco e in gran parte insensibili a oli, grassi, solventi e prodotti chimici (i quali, tuttavia, compromettono l’aspetto della superficie). Queste qualità lo rendono particolarmente adatto all’impiego in ambito industriale.

Tavole di bambù per un uso impegnativo in ambito industriale, dal design moderno e con superficie resistente per le applicazioni più esigenti. La tavola è composta da doghe di bambù, ordito a 5 strati e incollato a croce impermeabile. I bordi hanno raggi su tutti i lati, la superficie è levigata e oliata senza residui. La pulizia e l’oliatura regolare con prodotti specifici della superficie prolunga la vita utile e previene crepe e macchie.

Versatile

Le applicazioni del bambù spaziano dal settore delle costruzioni, ai giardini, alla produzione di oggetti, fino al design e architettura. Queste possibilità di utilizzo lo rendono di fatto un materiale incredibilmente versatile.

In oriente, dove è maggiormente diffuso, viene utilizzato per costruire impalcature nel settore dell’edilizia. È anche possibile costruire intere abitazioni in bambù, come ad esempio il villaggio Green School in Indonesia.

Grazie all’innegabile impatto estetico di cui dispone, il bambù è un’ottima soluzione per dare un tocco di design ad un giardino, una stanza, una parete o ad un mobile.
È possibile acquistare un piano in bambù per sostituire un vecchio piano da lavoro e ridare “nuova vita” ad un mobile, senza doverne acquistare uno nuovo. Questa soluzione è particolarmente adatta a chi vuole rimodernare la propria officina senza dover sostituire e/o acquistare tutti gli arredi.

Con il bambù vengono ora prodotti anche articoli di consumo come tazze per il tè/caffè, spazzolini da denti, borse e molti altri!

Shopper in bambù in edizione limitata, disponibile al nostro stand presso la fiera Mecspe a Parma (28-30 Marzo 2019)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.