I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI): cosa sono

Sicurezza e funzionalità nei movimenti

L‘abbigliamento di protezione fa parte dei dispositivi di protezione individuale (DPI) che devono essere indossati quando si eseguono lavori e attività che per la loro natura potrebbero causare lesioni o danni alla salute.

L‘abbigliamento di protezione viene usato soprattutto nei settori dell‘industria e dell‘artigianato e durante l‘utilizzo deve risultare sempre intatto e funzionante. I pericoli in cui si può incorrere durante l’attività lavorativa e da cui bisogna proteggersi possono essere:

  • Visivi: pessima visibilità diurna e notturna
  • Chimici: getti di sostanze nebulizzate, spruzzi, gas, particelle
  • Termici: scintille, spruzzi di metallo fuso, radiazioni termiche, liquidi caldi
  • Elettrici: archi voltaici di disturbo, cariche elettrostatiche

La norma EN ISO 13688 (in precedenza EN 340) disciplina i requisiti generali per l‘abbigliamento di protezione, che comprendono ergonomia, invecchiamento, dimensioni, marcatura e innocuità. Per quanto riguarda la certificazione, tutti i materiali utilizzati devono presentare i certificati Oeko-Tex al fine di evitare effetti indesiderati quali per es. allergie, infiammazioni o lesioni.

L‘abbigliamento di protezione multifunzionale soddisfa più di una norma di protezione e può essere utilizzato in modo versatile. In caso di modifiche di qualsiasi tipo, che si tratti di finissaggio, riparazione o anche della cura dell‘abbigliamento di protezione multinorma, assicurarsi di rispettare costantemente la combinazione delle certificazioni di tutti i componenti normativi.

Classificazioni

I DPI vengono suddivisi in tre categorie in base al rischio corrispondente: maggiore è il rischio a cui è esposto il lavoratore, più esigenti saranno i requisiti di verifica relativi alle capacità di protezione e alle certificazioni dei mezzi di protezione.

  • Categoria I (rischio minimo): In questa categoria rientrano i mezzi di protezione individuale la cui efficacia può essere valutata e stimata dall‘utilizzatore stesso (ad es. guanti per i lavori di giardinaggio, occhiali protettivi contro i raggi solari, berretti invernali, ecc). I mezzi di protezione individuale possono essere fabbricati dal produttore stesso senza che sia necessario un controllo esterno ed essere dotati della marcatura CE.
  • Categoria II (rischio intermedio): I mezzi di protezione individuale appartenenti a questa categoria offrono una protezione da rischi specifici che non rientrano nelle categorie I o III. Oltre ai requisiti fondamentali della marcatura CE, questi mezzi di protezione individuale devono anche essere collaudati da un laboratorio certificato e presentare l‘omologazione di un Organismo Notificato autorizzato a rilasciare questo tipo di certificazioni. A questa categoria appartengono ad esempio i caschi di protezione, i guanti di protezione per saldatore e gli occhiali a stanghetta.
  • Categoria III (rischio elevato): La categoria III comprende i mezzi di protezione individuale che hanno lo scopo di proteggere dai rischi mortali o dai danni alla salute irreversibili (ad es. dispositivi di protezione anticaduta, abbigliamento di protezione dalle fiamme, dispositivi di protezione delle vie respiratorie, ecc.). Oltre al collaudo eseguito in laboratorio e all’omologazione, per questa categoria è obbligatorio effettuare anche un collaudo di produzione annuale interno. Il codice di identità dell‘Organismo Notificato deve essere indicato sul mezzo di protezione immediatamente accanto alla marcatura CE.
Promo DPI dispositivi di protezione individuale 2017

Promo DPI 2017

I DPI sono classificati in base alle parti del corpo che devono proteggere (allegato VIII del D.Lgs. n. 81/08):

  • dispositivi di protezione della testa
  • dispositivi di protezione dell’udito
  • dispositivi di protezione degli occhi e del viso
  • dispositivi di protezione delle vie respiratorie
  • dispositivi di protezione delle mani e delle braccia
  • dispositivi di protezione dei piedi e delle gambe
  • dispositivi di protezione della pelle
  • dispositivi di protezione del tronco e dell’addome
  • dispositivi di protezione dell’intero corpo
  • indumenti di protezione

Alle Promozioni

Al sito di Hoffmann Group

Questo articolo ha un commento

  1. Pingback: Proteggere la pelle nell'ambiente di lavoro | Blog di Hoffmann Group Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.